I “Quaderni tecnici VCR”

Per molti cloni VCR sono state effettuate delle verifiche enologiche supplementari in collaborazione con l’Università di Milano che ne hanno permesso la caratterizzazione enologica attraverso le valutazioni di parametri fini. Ogni clone risulta così definito, non solo nel comportamento agronomico, ma anche nel profilo aromatico e, per i cloni a bacca rossa,

polifenolico. Questi lavori di approfondimento sono stati raccolti nei “Quaderni Tecnici VCR” che sono a disposizione dei viticoltori e degli enologi per una scelta più oculata dei cloni in funzione dell’obiettivo enologico predefinito. Grazie a queste ricerche è stato possibile, inoltre, programmare le combinazioni clone/portinnesto in grado di esaltare ancor di più le caratteristiche

agronomiche ed enologiche di ogni selezione. Per moltissime varietà, la gamma dei cloni originali “VCR” rappresenta ormai assai fedelmente tutta o quasi la variabilità intravarietale, consentendo di ottimizzare la scelta clonale in funzione dell’obiettivo enologico.

 

Quaderni pubblicati

01
Aglianico e Aglianico
del Vulture

02
Chardonnay

03
Sangiovese

04
Nebbiolo

05
Montepulciano

06
Garganega

07
Merlot

08
Sauvignon

09
Malvasia Istriana

10
Pinot Nero

11
Prosecco e Prosecco Lungo

12
Cabernet Sauvignon

13
Moscato Bianco, Moscato
Giallo e Moscato Ottonel

14
Fiano, Falanghina, Greco
(Di Tufo) e Coda Di Volpe

15
Nuovi vitigni resistenti
alle malattie

17
I nuovi portinnesti "M"

18
Le varietà resistenti alle malattie